2.5 C
Milano
martedì 6 Dicembre 2022

Stop al Chiringuito e inseguimento: le folli notti di Cosmo Rombola’

Le folli notti di Cosmo Rombola’. Gli chiudono per dieci giorni il Chiringuito perche’ vi gravitano ubriachi e pregiudicati, non segue le ordinanze e ci sono continuamente risse. Lui straccia il provvedimento di fronte agli agenti. Poi carica una ragazza sul suo Audi e si lancia in un inseguimento, con le volanti alle calcagna, durato 49 chilometri. Cosmo Rombola’, imprenditore 50enne di origini calabresi e titolare del Chiringuito di Piazza Risorgimento, e’ stato arrestato dalla Polizia Stradale. L’accusa, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamenti aggravati. Ora e’ in carcere a Lodi e toccherà al gip del tribunale lodigiano decidere se convalidare la misura restrittiva.

Rombola’
Il locale dell’imprenditore Cosmo Rombola’

Troppe risse, la questura chiude il locale

Riavvolgiamo il nastro. Venerdi’ scorso la questura emette tre provvedimenti di chiusura ai danni di altrettanti locali della movida milanese. Uno di questi e’ il Chiringuito di Rombola’. Nel dispositivo si legge testualmente: “Il provvedimento di sospensione di 10 giorni, notificato al titolare del “Bar Chiringuito” in piazza Risorgimento lo scorso venerdì 24 pomeriggio dai poliziotti del Commissariato Monforte Vittoria, scaturisce dai diversi interventi di polizia eseguiti dai commissariati di zona e dalle volanti della Questura”. La motivazione, “risse e aggressioni tra ubriachi avvenute nonostante i numerosi inviti rivolti al proprietario ad evitare la somministrazione di alcolici nei confronti di determinati soggetti già in evidente stato alterazione. Il locale, inoltre, nel corso dei controlli, è risultato ritrovo di persone pregiudicate”. A quanto riferisce la polizia, Rombola’ avrebbe strappato il provvedimento del questore davanti agli agenti.

Un inseguimento lungo 50 chilometri

Mercoledì notte. In corso XXII Marzo una volante della polizia intercetta un’Audi Q7 che sfreccia a tutta velocità. Sono le 5 del mattino e a bordo ci sono il titolare del locale e una donna. La macchina non si ferma all’alt e accelera, seguito da un’altra pattuglia chiamata come rinforzo. L’Audi Q7 ingaggia un inseguimento tra le vie di Milano e imbocca la tangenziale verso sud. Alla barriera di Melegnano tira dritto, abbattendo la sbarra orizzontale del pedaggio e tamponando un’auto. All’altezza del casello di Lodi l’auto di Rombola’ si trova di fronte un “tappo” di auto della polizia stradale, chiamate anche da Piacenza. Il rallentamento sembra riuscire, ma l’auto impazzita riesce a superarlo. La sua corsa finirà alle 5.50 contro un camion, all’altezza del casello di Casalpusterlengo. Gli uomini della Polstrada riescono finalmente ad ammanettare il fuggitivo mentre il personale del 118 si occupa dei due occupanti del furgone, due 46enni che stavano andando a lavorare. Entrambi vengono portati al pronto soccorso in codice giallo.

Cosmo Rombola’

Rombola’: “Volevo far colpo sulla mia amica”

Volevo far vedere alla ragazza come si semina la polizia”, la stramba spiegazione fornita da Rombola’ agli agenti che lo arrestano. La donna che era con lui e’ stata riaccompagnata a Milano mentre l’imprenditore ha concluso la sua “notte brava” nella casa circondariale di Lodi. Oltre all’accusa di resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamenti aggravati, dovrà pagare i danni sia ad Autostrade (per la barra divelta a Melegnano) sia alla polizia per i tentativi di “speronamento” alle volanti. Senza contare che gli stessi residenti di piazza Risorgimento avevano denunciato, in piu’ occasioni, la sua attività per disturbo della quiete.

Francesco Gastaldi
Francesco Gastaldi
Giornalista professionista dal 2004, formatosi sulle cronache sportive prima di imboccare la strada della cronaca e della politica. Vent'anni e oltre di redazione al Cittadino di Lodi, iniziando sui campi di calcio della serie D per terminare co-dirigendo il desk di cronaca. Oggi collabora con il Corriere della Sera Milano e associazioni di categoria.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles