3.4 C
Milano
martedì 6 Dicembre 2022

No Green Pass, un arresto e 57 denunce dopo il blitz alla Centrale

Un “flusso disordinato di circa 5mila persone, riunitesi senza preavviso, che ha attraversato il centro cittadino”. Un flusso che ha tentato, senza riuscirvi, “di bloccare la circolazione dei treni in Stazione Centrale”. Una giornata difficile quella di sabato, con il corteo No Green Pass non autorizzato che ha portato la Polizia di Stato a una domenica di indagini, controlli e provvedimenti. Alla fine la questura ha arrestato una persona e ne ha denunciate altre 57 prevalentemente per “interruzione di pubblico servizio” e “manifestazione non autorizzata”. Mentre per i cinque arrestati durante la manifestazione di una settimana fa parte il processo al Tribunale di Milano. E la citta’ si prepara all’obbligo di green pass sui luoghi di lavoro da venerdì.

L’arrestato e’ un 25enne No Green Pass

L’arrestato e’ un 25enne milanese, fermato mentre si allontanava all’interno della metropolitana linea rossa Porta Venezia. L’accusa e’ di aver colpito violentemente alla schiena, davanti alla stazione Centrale, un poliziotto in servizio. L’agente ha riportato una prognosi di 7 giorni. Altre 48 persone (di cui quasi la metà appartenenenti all’area antagonista) devono rispondere di interruzione di servizio pubblico e violenza privata. Per altri sei, oltre ai reati gia’ citati, si aggiunge l’istigazione a disobbedire. Gli ultimi tre hanno collezionato diverse denunce in piu’, tra cui resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, e il rifiuto a fornire la propria identità.

Nel corteo anche anarchici e antagonisti

E’ la sintesi di una giornata che, pur non avendo raggiunto il livello di scontri e violenze di Roma, con l’assalto finale alla sede della Cgil, a Milano ha vissuto momenti complicati. Come i sabati precedenti, il corteo ha preso le mosse da piazza Fontana. Le forze dell’ordine hanno impedito ai manifestanti di accedere alla piazza Duomo, presidiando gli obiettivi sensibili lungo il percorso. E cercando di evitare sia l’avvicinamento al centro che tensioni con gli automobilisti bloccati in coda.

No Green Pass, fallisce il blitz in stazione

I maggiori momenti di tensione sono avvenuti quando il flusso indisciplinato dei manifestanti ha deviato da corso Buenos Aires ha tentato di forzare i cordoni di polizia per raggiungere la stazione. Una volta raggiunta la Centrale l’obiettivo era occupare i binari. La Polizia Ferroviaria ha presidiato gli accessi respingendo i manifestanti e scongiurando l’accesso alla stazione. La giornata di disordini e’ terminata in piazza Duomo, con un migliaio di persone impegnate a dare l’assalto alla Galleria. Inutilmente, a causa del presidio della polizia. Tre i feriti – un poliziotto e due manifestanti – e quattro fermati durante i momenti di maggiore tensione, tradottisi alla fine nell’arresto del 25enne.

Assalto alla Cgil, la condanna dell’Anpi milanese

Una giornata meno dura rispetto a quanto successo a Roma. Va registrato che al corteo di Milano, secondo quanto raccolto dagli inquirenti, era presente una buona parte dell’universo anarchico e dei gruppi antagonisti dell’area milanese. A differenza della capitale dove ad infiltrare il corteo sono stati prevalentemente gruppi di estrema destra. Motivo per il quale il portavoce dell’Anpi Milanese Roberto Cenati ha condannato duramente l’assalto alla sede nazionale Cgil. “Un’azione di squadrismo fascista che ricorda gli assalti alle Camere del Lavoro durante il ventennio. Da tempo chiediamo che le organizzazioni che si richiamano al fascismo devono essere sciolte”.

Francesco Gastaldi
Francesco Gastaldi
Giornalista professionista dal 2004, formatosi sulle cronache sportive prima di imboccare la strada della cronaca e della politica. Vent'anni e oltre di redazione al Cittadino di Lodi, iniziando sui campi di calcio della serie D per terminare co-dirigendo il desk di cronaca. Oggi collabora con il Corriere della Sera Milano e associazioni di categoria.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles