2.5 C
Milano
martedì 6 Dicembre 2022

Nuovi guai per Baby Gang: aggredisce due poliziotti durante un controllo e fugge

Ad appena due mesi dalla scarcerazione torna a far parlare di sé il rapper Baby Gang, alla anagrafe Zaccaria Mouhib. Ieri pomeriggio il 20enne lecchese ha reagito con violenza a seguito di un controllo da parte di due agenti di polizia e dopo l’alterco si è dato alla fuga.

Secondo quanto appreso il cantante lecchese si trovava a bordo di uno scooterone, un T-Max, guidato da un coetaneo con precedenti penali. I due, che intorno alle 17 stavano percorrendo via Andrea Costa, non si sono fermati all’alt della volante e hanno cercato di dileguarsi. Dopo qualche centinaio di metri il veicolo è stato raggiunto e bloccato dalla polizia.

Baby Gang cade nel più classico dei cliché: “Lei non sa chi sono io”

Una volta intercettati gli agenti hanno proceduto come da prassi all’identificazione dei due soggetti, ma Baby Gang si sarebbe rifiutato di fornire i documenti e si sarebbe rivolto con epiteti scurrili del tipo: “Che c…o volete? Io sono Baby Gang“. L’operazione, eseguita a pochi metri da piazzale Loreto, è poi sfociata in una colluttazione tra gli agenti e i due giovani, al termine della quale il rapper è fuggito facendo perdere le proprie tracce.

Il conducente dello scooter è stato arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e sarà processato per direttissima, mentre Baby Gang è stato indagato in stato di irreperibilità per gli stessi reati. In più il rapper è accusato per non aver rispettato il foglio di via che gli vieta di “entrare” a Milano. I due poliziotti hanno riportato escoriazioni ed ecchimosi giudicate guaribili in sette giorni.

Baby Gang
Baby Gang

Indagato per aver girato parte di un video musicale dentro il carcere di San Vittore

Va ricordato che Baby Gang risulta inoltre indagato per “accesso indebito a dispositivi idonei alla comunicazione da parte di soggetti detenuti“. L’accusa è scattata una settimana fa quanto sul suo profilo Instagram aveva annunciato, a corredo di due foto scattate all’interno della cella del carcere in cui era detenuto, di aver girato una parte di un suo nuovo video musicale a San Vittore del brano ‘Paranoia‘.

Nella parte finale del post incriminato si legge: “Ho girato una parte del mio video nel carcere di San vittore per questo mi sono permesso di dire che il mio prossimo singolo rimarrà nella storia del rap, visto che sono il primo artista “detenuto” ad aver girato un video in un carcere vero e proprio. Detto ciò voglio comunicare allo Stato italiano e a tutti quelli che hanno goduto, che anche se mi chiudete sotto terra io continuerò sempre a fare ciò che ho sempre fatto. Nessuno di voi potrà mai fermarmi i miei sogni e i miei obiettivi li raggiungerò. E voi vi attaccate. Paranoia presto fuori…

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles