4.4 C
Milano
venerdì 9 Dicembre 2022

Sesso nel box doccia con un cliente: chiuso un centro massaggi a Milano

Lo scorso giovedì a Milano la Polizia ha indagato in stato di libertà una cittadina cinese di 39 anni, titolare di un centro massaggi, per sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione.

Nella pagina Facebook ufficiale dell’attività si faceva riferimento al massaggio romantico descritto come “l’ideale per coccolare lo spirito e sciogliere la tensione del corpo, causate da situazioni di stress e da un accumulo di stanchezza, ricercando e facendo rifiorire la sensualità dei clienti“. Ma più che sensualità le indagini delle forze dell’ordine hanno appurato che i molti dei massaggi effettuati puntavano tutto sulla sessualità.

Nel pomeriggio del 28 aprile, gli agenti del Commissariato Porta Ticinese hanno effettuato dei controlli presso un centro massaggi in Viale Bligny, dove hanno trovato una dipendente, tra l’altro in stato di gravidanza, intenta a svolgere atti sessuali con un cliente all’interno di un box doccia.

Un secondo cliente presente in sala d’attesa ha confermato l’attività illecita nel centro: i due uomini hanno riferito ai poliziotti di aver concordato il pagamento di 60 euro a fronte di una seduta di massaggi della durata di un’ora e comprensiva di rapporto sessuale.

Nel corso della perquisizione sono stati trovati circa 1200 euro divisi in banconote di vario taglio e 20 preservativi confezionati. Il locale, il materiale rinvenuto e il denaro in contante sono stati sottoposti a sequestro.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles