4.4 C
Milano
venerdì 9 Dicembre 2022

Sparatoria di piazza Monte Falterona, in manette il rapper Kappa 24K

La Polizia di Stato, coordinata dalla Procura della Repubblica di Milano, ha arrestato venerdi mattina il 32enne rapper milanese Abdel Karim Islam, noto come Kappa 24K e leader del gruppo Refreel 24K. L’arresto del rapper milanese e’ legato ai fatti dell’8 gennaio scorso in piazza Monte Falterona, dopo uno scontro a fuoco tra bande rivali in cui aveva avuto la peggio un egiziano 26enne. Il rapper milanese e’ accusato di “detenzione e porto sulla pubblica via di un’arma comune da sparo ed esplosione in aria di più colpi d’arma da fuoco in luogo pubblico affollato”.

Immagine dal singolo ”Gangster” dei Refreel 24K

In zona San Siro, a Legnano e a Motta Visconti, inoltre, la polizia ha effettuato alcune perquisizioni finalizzate alla ricerca di armi da fuoco e munizioni. La polizia punta a far luce sulla sparatoria dell’8 gennaio scorso in piazza Monte Falterona a Milano, in cui rimase ferito un cittadino egiziano di 26 anni. A seguito della sparatoria era finito in carcere Carletto Testa, noto pregiudicato milanese di 51 anni. A lui viene contestato il tentato omicidio dell’egiziano. Quanto al 32enne rapper, le indagini condotte dagli agenti della 2^ sezione della Squadra Mobile milanese hanno evidenziato come quella sera lo scontro fra due gruppi rivali era rapidamente degenerato. Il rapper di San Siro, finito al centro di un’intercettazione telefonica che indicava il rivale Rondo Da Sosa come ”mandante della spedizione punitiva”, avrebbe sparato sette colpi in aria.

La sparatoria dell’8 gennaio scorso

Rissa e i sette colpi sparati da Kappa 24K

La Polizia Scientifica, intervenuta sul posto, ha repertato 7 bossoli rinvenuti a terra di diverso calibro. L’attività investigativa della Squadra Mobile, supportata dai rilievi scientifici, ha consentito di delineare il contesto nel quale è scaturita la sparatoria,  riconducibile alla ripartizione delle commissioni discografiche destinate ai vari gruppi rap.

L’8 gennaio, nel pomeriggio, i due gruppi hanno prima dato luogo a un pestaggio nel quale Kappa 24K e i suoi sodali hanno avuto la meglio. Poi, il gruppo contrapposto, insieme a Testa, si è recato in piazza Monte Falterona per vendicare la lite avvenuta poco prima. La situazione è degenerata due ore dopo con la sparatoria e il ferimento al femore l’egiziano 26enne. Kappa 24K ha risposto esplodendo diversi colpi d’arma da fuoco con una pistola detenuta illegalmente. Il blitz che ha portato all’arresto del rapper di origini egiziane è scattato all’alba.

Chi è “24K”, il leader dei Refreel 24K e gli scontri dei rapper di San Siro

«Testa calda come Carlo Testa/Non fare troppo il gangsta/finisci con tre buchi in testa». Le rime sono proprio di Islam Abdel Karim, 32 anni, padre e madre egiziani e cuore a San Siro. Kappa 24K» è una delle anime del gruppo «Refreel 24K», rapper emergenti del quadrilatero Aler. Bande di strada, droga, rabbia, armi e rivalita’ non solo discografica con altri rapper. Come Rondo Da Sosa. O Baby Gang e Neima Ezza, recentemente arrestati per rapine nella zona della movida.

Francesco Gastaldi
Francesco Gastaldi
Giornalista professionista dal 2004, formatosi sulle cronache sportive prima di imboccare la strada della cronaca e della politica. Vent'anni e oltre di redazione al Cittadino di Lodi, iniziando sui campi di calcio della serie D per terminare co-dirigendo il desk di cronaca. Oggi collabora con il Corriere della Sera Milano e associazioni di categoria.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles