21.3 C
Milano
sabato 20 Agosto 2022

Il mercato immobiliare a Milano in crescita: il secondo trimestre segna +1,8%

Il mercato immobiliare di Milano è in ripresa, così come avviene anche nell’hinterland. È quanto spiega il sito Idealista facendo il punto della situazione con l’ultima analisi di settore. In base a quanto evidenziato dal portale web dedicato al settore immobiliare, chi cerca un’abitazione a Milano la preferisce di grandi dimensioni e in zona centrale. Un taglio che ovviamente appare molto ambito, ma che richiede anche una spesa elevata.

D’altra parte, la casa ha rappresentato con l’avvento della pandemia una certezza importante e alla quale oggi non si può rinunciare. Oltre a ciò, i numerosi lockdown giustificano il desiderio di avere ampi spazi per chi può permetterselo, oltre a terrazzi, giardini e balconi. Anche per questo motivo, in caso di budget inferiori si è disposti a puntare sulla periferia o sull’hinterland pur di avere un’abitazione comoda e spaziosa. 

L’andamento dei prezzi immobiliari nelle diverse zone di Milano

Non stupisce quindi che proprio le zone periferiche hanno avuto un boom di richieste. I prezzi risultano generalmente stabili e volti al rialzo. Complessivamente, si è registrato un aumento dell’1,8%. Se annualizzato, il dato arriva a toccare un incremento del 4,4%, mostrando così una buona performance.

Dividendo Milano per zone, risultano in crescita soprattutto le aree a sud e sud-ovest della città. In forte crescita ci sono quartieri come Vigentino – Ripamonti, Famagosta – Barona e Lorenteggio – Bande Nere. Restano stabili le zone al centro storico. Per quanto concerne la velocità di vendita, molto dipende invece dallo stato di manutenzione e dalla qualità dell’immobile. Qualora risultino necessari interventi anche importanti di ristrutturazione, i tempi si allungano.

I prezzi nell’Hinterland in aumento più moderato

Se si prendono in considerazione i prezzi della abitazioni in provincia di Milano, la crescita risulta piuttosto moderata. Mediamente, si parla di un incremento dell’1,3%. I comuni più ricercati sono quelli al confine con il capoluogo. È il caso di città come Assago, Segrate e Buccinasco, ma forte richiesta si registra anche per Basiglio e Cormano. Per poter beneficiare di prezzi più bassi, bisogna allontanarsi di almeno 30 chilometri. In questo caso, si può acquistare a valori anche notevolmente più bassi rispetto a Milano. È il caso di Lodi, Monza, Cinisello Balsamo o Rho. 

Stefano Calicchio
Stefano Calicchio
Giornalista e Scrittore digitale. Laureato in Relazioni Pubbliche e in Psicologia, Master in Risorse Umane e Organizzazione aziendale. Iscritto all’Ordine dei Giornalisti della Lombardia. Caporedattore per Milano Top News. Mi occupo prevalentemente di lavoro, pensioni, welfare. Figuro tra i 100 autori più letti nella sezione economia e management di Amazon Kindle, Apple iBookstore, Kobo e Google Play.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles