22.5 C
Milano
sabato 20 Agosto 2022

Piazza dei Mestieri taglia il nastro e si apre ai giovani di Milano

Milano. Piazza dei Mestieri a Milano adesso è realtà del territorio a tutti gli effetti. Oggi c’è stata l’inaugurazione ufficiale con tanto di visita ai locali, elegante buffet e taglio del nastro da parte del Sindaco Beppe Sala che nel suo intervento, rivolgendosi ai vertici della omonima Fondazione che l’ha realizzata, ha evidenziato “Voi siete qui perché avete trovato questi 3000 mq stupendi, ma anche perché è un quartiere particolare. Qui dobbiamo lavorare per rivitalizzare e dare quella dignità, quella possibilità di trovare un lavoro.”

Il Sindaco di Milano, Beppe Sala, taglia il nastro con il presidente Dario Odifreddi e il vicepresidente Cristiana Poggio di Piazza dei Mestieri

Proprio la mission che ha ispirato la nascita di Piazza dei Mestieri nel 2004 in un quartiere semiperiferico di Torino.

In questo arco di tempo la realtà ha ampliato l’attività dal Nord al Sud Italia (c’è una sede molto attiva a Catania) ed è cresciuta negli ambiti formativi, che spaziano dai lavori artigianali tradizionali ai nuovi ambiti tecnologici.

Così è anche nella nuova sede di Milano, che è insediata in una accogliente ed ampia palazzina di oltre 3 mila metri quadrati, in via Miramare 15, (zona viale Monza) perfettamente ristrutturata ed attrezzata con aule e laboratori all’avanguardia. Qui già circa 300 giovani stanno imparando a fare le parrucchiere e i barbieri, oppure a fare i baristi e i cuochi. Per loro è l’occasione per trovare una strada nel lavoro, ma soprattutto nella vita. Sono questi i concetti ribaditi nel corso della manifestazione di presentazione della struttura dai vertici di Piazza dei Mestieri, che hanno un ambizioso obiettivo: accogliere e formare un migliaio di ragazze e ragazzi in questo anno e poi puntare a quota 3 mila nei prossimi due anni. In bocca al lupo alla nuova Piazza dei Mestieri di Milano, rivolto dalla platea delle persone intervenute al vernissage, con l’auspicio che emuli i risultati delle due sorelle maggiori di Torino e di Catania.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles