22.5 C
Milano
sabato 20 Agosto 2022

Elezioni, oggi primo faccia a faccia in Confcommercio

Elezioni comunali, ultima settimana di campagna e primo faccia a faccia tra i candidati sindaco oggi nella sede di Confcommercio sui temi della citta’. Luca Bernardo si appoggia ai big di partito, anche se separatamente. Giuseppe Sala senza ospiti esterni. E nessuno scontro diretto fra i due, come gia’ annunciato all’inizio della campagna, eccettuato quello odierno (venerdi 24 settembre) gia’ programmato con tutti i 13 partecipanti alla sfida elettorale alle 10.30 a palazzo Castiglioni.

Per Bernardo i big, Sala incontra i cittadini

Entra nel vivo la campagna elettorale per Milano (3-4 ottobre) e nel weekend scendono in campo i big di partito. Ma solo per il candidato del centrodestra. Sabato Fratelli d’Italia avra’ Giorgia Meloni in piazza Duomo, domenica Forza Italia con i vertici del partito a Palazzo delle Stelline, lunedì il segretario della Lega Matteo Salvini a Niguarda, dopo aver gia’ fatto il giro delle periferie. E Bernardo, candidato sindaco, assicura che per la chiusura della campagna elettorale sta lavorando a un evento che riunisca i leader di tutti e tre i partiti.

Sala, nessuna festa di fine campagna

Dall’altra parte Giuseppe Sala continua con la sua campagna di basso profilo. Quasi assenti i leader dei partiti, molti incontri con i cittadini. E per il gran finale della campagna, tra una settimana, nessun evento pubblico. “Io sto continuando ad andare in giro per i municipi, incontrando associazioni. In questi giorni mi sto dedicando al mondo del lavoro” ha spiegato Sala. Per ora non ci sono stati faccia a faccia fra i due, solo scintille a distanza dopo che Bernardo ha definito ‘pistola’ gli elettori del sindaco uscente. Il primo e finora unico incontro fra tutti e 13 i candidati alle elezioni comunali è in programma per oggi nella sede di Confcommercio. Sarà anche il primo faccia a faccia tra i due sfidanti principali.

Elezioni, Bernardo punta il ballottaggio

Dal centrodestra sono convinti di poter arrivare al ballottaggio. “Se Sala avesse fatto tutto quello che ha promesso, stravincerebbe al primo turno, come fece Albertini. Evidentemente se arriviamo al ballottaggio, che ci sarà, e anche a sinistra ci sono contestazioni – ha commentato Salvini – è perché se uno si rilegge il programma di Sala di cinque anni fa e lo confronta con quanto ha realizzato c’è da mettersi le mani nei capelli“. 

I sondaggi dicono Sala, elezioni il 3-4 ottobre

I sondaggi al momento danno un esito abbastanza certo. Il sindaco uscente Giuseppe Sala potrebbe già vincere al primo turno. Il monitoraggio effettuato da YouTrend per il gruppo Gedi a tre settimane dalla chiamata alle urne vede Sala in testa con una stima dal 50 al 51,4 per cento. Ma il 47 per cento dei milanesi resta ancora indeciso. La tornata elettorale, con 13 in corsa, è quella con più candidati di sempre degli ultimi 20 anni.

Francesco Gastaldi
Francesco Gastaldi
Giornalista professionista dal 2004, formatosi sulle cronache sportive prima di imboccare la strada della cronaca e della politica. Vent'anni e oltre di redazione al Cittadino di Lodi, iniziando sui campi di calcio della serie D per terminare co-dirigendo il desk di cronaca. Oggi collabora con il Corriere della Sera Milano e associazioni di categoria.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles