29.8 C
Milano
lunedì 15 Agosto 2022

Nucleare avanti tutta, la Lombardia boccia la mozione M5S

Regione Lombardia, avanti tutta sul nucleare. Prima le dichiarazioni di Salvini in campagna elettorale a Milano sul si all’apertura di centrali nel territorio lombardo. Poi la mozione “anti-nucleare”, presentata il 16 settembre dal Movimento 5 Stelle proprio a seguito delle dichiarazioni del segretario federale leghista. Alla quale il consiglio regionale lombardo martedì ha detto no, respingendo la mozione con 37 voti contrari e 22 favorevoli. A certificare l’avanti tutta anche le dichiarazioni post consiglio dell’assessore regionale all’ambiente Raffaele Cattaneo: “Nessuna preclusione ideologica. Il giorno in cui ci saranno tecnologie che ne garantiscono l’adozione in condizioni di assoluta sicurezza si faranno le valutazioni del caso”.

Il Movimento 5 Stelle: puntare su fonti rinnovabili

Il voto del consiglio ovviamente non ha soddisfatto l’opposizione, a partire dai firmatari della mozione. “L’obiettivo della mozione era avere la garanzia da Regione Lombardia di una moratoria sul nucleare e di porre formalmente l’obiettivo di arrivare alla neutralità carbonica entro il 2050 attraverso fonti rinnovabili”. Lo ha detto il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Raffaele Erba, primo firmatario della mozione. “Doveroso – ha concluso il consigliere pentastellato – anche sfatare falsi miti che reputano troppo costose le fonti rinnovabili. Negli anni abbiamo visto un abbattimento dei loro costi che ne permettono la diffusione su larga scala, e risultano addirittura molto più convenienti delle fonti fossili. Compresi inoltre i danni derivanti dai sempre più frequenti eventi estremi legati ai cambiamenti climatici”.

Pd: nucleare boutade da campagna elettorale

A favore della mozione anche i consiglieri regionali Pd. “La mozione ha il merito di sottolineare che la tematica dell’energia nucleare non può essere derubricata a una boutade da campagna elettorale”, ha aggiunto il capogruppo Pd Fabio Pizzul. “Oggi non si può ancora parlare di nucleare pulito, non possiamo prendere decisioni definitive e, con i soldi del PNRR dobbiamo puntare decisamente sulle energie rinnovabili. La ricerca vada avanti e, a tempo debito, tireremo le somme anche sul nucleare. Ma ora e’ prematuro e superficiale”.

Francesco Gastaldi
Francesco Gastaldi
Giornalista professionista dal 2004, formatosi sulle cronache sportive prima di imboccare la strada della cronaca e della politica. Vent'anni e oltre di redazione al Cittadino di Lodi, iniziando sui campi di calcio della serie D per terminare co-dirigendo il desk di cronaca. Oggi collabora con il Corriere della Sera Milano e associazioni di categoria.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles