4.4 C
Milano
venerdì 9 Dicembre 2022

Comunità Lgbtq, la foto contestata con Bernardo

No alla foto con Bernardo, si a quella con Zan. La comunità Lgbtq+ di Porta Venezia torna a fare notizia dopo lo scontro con l’amministrazione comunale sull’ordinanza anti movida che vieta l’asporto dopo le 22 fino al 3 ottobre. Piu’ che la comunità, uno dei suoi rappresentanti, Paolo Sassi, gestore di tre locali in zona via Lecco e portavoce delle istanze della comunità arcobaleno presso il sindaco Sala.

La foto postata su Instagram e rimossa

A fare infuriare Sassi una foto pubblicata sulla pagina Instagram del candidato di centrodestra Luca Bernardo. La foto, subito rimossa dal pediatra del Fatebenefratelli, ritraeva Sassi insieme allo stesso Bernardo dopo un incontro “con imprenditori della zona”. Paolo Sassi ha chiesto immediatamente che l’immagine venisse eliminata e lui stesso ha raccontato la vicenda in un post sulla sua pagina Facebook insieme al deputato Pd Alessandro Zan. “Questa foto mi rappresenta”, esclama il rappresentante Lgbtq riferendosi all’autore del ddl contro omotransfobia e discriminazioni.

Ieri sera sui canali social del candidato sindaco di centrodestra è apparsa una foto con me, al Memà durante una serata con degli amici”. Una persona “a me totalmente sconosciuta”, racconta Sassi e che a suo avviso avrebbe postato la foto per fini elettorali: “Faccio presente a tutti – precisa Sassi – che io non ho nulla con cui spartire con nessuna forza politica di centrodestra, notoriamente avversa alla mia comunità, anche nella nostra città”.

Afghanistan
Luca Bernardo (Facebook)

Le polemiche del weekend: “Chat hackerata”

Il pediatra milanese – candidato per Forza Italia, Lega e Fdi (piu’ liste civiche) – e’ finito gia’ al centro di recenti polemiche sui contributi degli alleati alla campagna elettorale. Lo stesso Bernardo ha spiegato domenica come il messaggio, riservato, fosse emerso dopo che qualcuno avrebbe “hackerato la chat” con i segretari dei partiti alleati.

Locali Lgbtq, nuovo incontro per l’ordinanza

In questo caso Bernardo ha preferito evitare polemiche e su richiesta di Sassi ha cancellato subito la foto contestata. “Non siamo pedine elettorali”, esclama Sassi. “Rispetto alle difficoltà che noi locali stiamo vivendo nel quartiere, stiamo trovando una soluzione condivisa. Il sindaco ci ha già ricevuti e lo incontreremo un’altra volta nei prossimi giorni a proposito dell’ordinanza e dei problemi di sicurezza al Lazzaretto”.

Francesco Gastaldi
Francesco Gastaldi
Giornalista professionista dal 2004, formatosi sulle cronache sportive prima di imboccare la strada della cronaca e della politica. Vent'anni e oltre di redazione al Cittadino di Lodi, iniziando sui campi di calcio della serie D per terminare co-dirigendo il desk di cronaca. Oggi collabora con il Corriere della Sera Milano e associazioni di categoria.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Seguici sui social
- Advertisement -spot_img

Latest Articles